La gestione intelligente dei metadati

La gestione intelligente dei metadati

Metadati – Per sfruttare davvero il potere della Rete non basta dare vita ad archivi informativi. I dati vanno estratti ed elaborati in modo tale da consentire lo sviluppo di applicazioni a beneficio della comunità.

Metadati: La parola semantica, fa saltuariamente capolino da anni sulla stampa, generalmente associata alle future evoluzioni di Internet.

All’esterno dell’ambito accademico, però, ancora pochi sembrano comprenderne appieno dettagli ed implicazioni.

Ancor meno riescono a immaginarne applicazioni concrete, che possano rivestire un’utilità per:

  • il grande pubblico,
  • il mondo imprenditoriale,
  • il tessuto urbano.

Scopo delle tecnologie semantiche è permettere alle macchine di comprendere il contenuto di documenti di varia natura.

La riflessione si concentra usualmente sulla formalizzazione di linguaggi, capaci di descrivere concetti e relazioni (Rdf, Owl, …), a discapito di considerazioni più ampie sui possibili ambiti di applicazione.

L’abusata quanto vaga buzz word Web 3.0, sembra riferirsi all’introduzione di tecniche che consentano ai motori di ricerca, di rispondere a domande dirette espresse in linguaggio naturale. (ad esempio: “A che ora c’è il prossimo treno per Roma?”).

Questo regala, di fatto, la semantica ad elemento di disambiguazione nella costruzione di query, a partire dall’analisi di frasi più o meno strutturate.

Strumentale all’attività dei motori di ricerca, ma con impatto limitato sulla vita quotidiana.

Scopri di più

DOWNLOAD FILE ORIGINALE Corcom_28